Su di me

Sono nato a Milano, nel 1951 e fin da ragazzo mi sono avvicinato al mondo della pittura, affascinato da quello che una semplice tela bianca può esprimere quando la fantasia muove un pennello. Il segreto è esercitare la mano ad interpretare ciò che la mente già vede realizzato: colori, forme, armonie e contrappunti visivi.

Negli anni ho sperimentato molte tecniche, tra cui: pittura ad olio, pittura su vetro con l’ausilio di piombo a freddo, acquarello, carboncino e infine l’acrilico, di cui mi sono innamorato.

Non è mai stato un percorso semplice quello dell’artista, ma devo ammettere che nonostante la vita, a volte, mi abbia condotto su strade professionali differenti e dietro una scrivania per molti anni, questa passione mi ha regalato molte soddisfazioni.

Agli inizi degli anni 90 ho avuto modo di esporre per alcune rinomate gallerie milanesi, e il destino mi ha condotto a vedere alcune delle mie opere cavalcare l’oceano, verso la California e lo stato di New York. Credo che il più grande appagamento per un artista non sia quello di vincere un premio in denaro o una medaglia, ma la consapevolezza che qualcuno abbia saputo apprezzare “una tua creatura”, pur non conoscendo nulla di te.

Questa è la magia dell’arte: lasciare qualcosa, come un’emozione che rimane immutata nel tempo e trascende la vita stessa.

Mi è capitato spesso di sentirmi dire: “Perché dipingi e perché hai iniziato?”

Vorrei concludere questa mia breve Biografia o pensiero, con l’unica risposta che mi viene in mente:

Credo che la pittura, per me, sia un’esigenza di vita. Molte persone passano la loro esistenza lontano dall’arte, io semplicemente non posso…
 
LOADING